7.8.12

Ospitalità francese: le maison d’hotes

logo



Le vacanze stanno per arrivare e non è più un segreto che la mia destinazione sarà la Francia. Normalmente in periodo di ferie rimando tutti i nuovi progetti a settembre ma ho pensato di fare un regalo a tutti voi lettori prima della mia partenza: una nuova rubrica intitolata appunto
alla francese.

E’ risaputo, e se non lo sapete ancora ve lo dico io, che in Francia c’è un’attenzione particolare verso la decorazione di interni ed esterni. Le case ma anche i locali, i ristoranti i negozi e gli hotel sono molto curati dal punto di vista dell’aspetto, dell’arredo e della decorazione.
Ogni regione ha uno stile proprio anche se quello  provenzale va per la maggiore ma spesso è contaminato dal design contemporaneo.

Bene, in questa mia rubrica cercherò di riunire notizie, tendenze, stili d’arredo, immagini e racconti riguardanti il mondo della decorazione in Francia.
Vorrei iniziare, in questa prima puntata, parlandovi dell’ospitalità francese (in vista delle vostre vacanze). Ho già raccontato qui lo speciale rapporto tra vacanze e design (soprattutto il MIO speciale rapporto) ora cercherò di approfondire e di farvi conoscere questo modo tutto francese di intendere l’ospitalità.

……. ma cosa sono le maison d’hotes?

Le maison d’hotes o chambre d’hotes sono una particolare forma di ospitalità sviluppatasi in Francia prima e in Corsica e Marocco poi, che prevede l’accoglienza di ospiti in strutture paragonabili ai b&b anglosassoni e cioè in alloggi (chambre=camere o maison=case) abitati anche dagli stessi proprietari, che possono mettere a disposizione tutta la casa o un massimo di 5 camere per un totale non superiore ai 15 ospiti contemporaneamente.
La maggior parte di queste strutture, se non tutte, sono ricavate in dimore di carattere, ristrutturate nel pieno rispetto delle tradizioni del luogo in cui sorgono, quindi spesso hanno un forte sapore regionale.
La differenza sostanziale rispetto ad un piccolo hotel di charme sta nel fatto che nelle maison d’hotes c’è sempre un/una padrone di casa che ne fa gli onori; accoglie gli ospiti, li informa e consiglia sugli eventi della zona e sulle attività che si possono svolgere, li delizia con  colazioni preparate in casa e spesso prepara anche la cena su ordinazione, le famose table d’hotes.
Questo tipo di ospitalità implica una relazione molto forte tra il padrone di casa e l’ospite che spesso può generare e sviluppare vere e proprie amicizie; non sono quindi strutture indicate per chi vuole rimanere da solo con un pernottamento mordi e fuggi e intende la sosta un posto esclusivamente dove dormire.
Le maison e le chambre d’hotes sono per la maggior parte di ottimo livello con un rapporto qualità prezzo particolarmente buono; sempre molto curate in ogni dettaglio, dall’arredamento alla cura del giardino perchè ricordiamoci che qui vivono anche i proprietari e quindi dedicano quotidianamente la stessa cura che noi riserviamo alle nostre case. Non ci propongo qualcosa di finto, di costruito; ci propongono la loro casa (a volte gli abitanti si riservano un’ala o una porzione di casa per avere più privacy per la loro vita familiare) e vivono la giornata per e con l’ospite se necessario. Fare l’oste di una maison d’hotes non è un lavoro per tutti, non ci si può improvvisare gentili, premurosi sorridenti e accoglienti se non lo si è di carattere. E’ un lavoro adatto a chi ama ricevere e relazionarsi con persone di vari paesi ed estrazioni sociali che sicuramente può dare grandi soddisfazioni.
Ed ora…… bando alle ciance, il momento tanto atteso………. (so che morivate dalla voglia di vedere alcune fotografie), una bella carrellata di immagini. Durante la mia ricerca per le sistemazioni per il mio imminente viaggio ho scovato dei posticini a dir poco deliziosi. Tanti erano già prenotati altri in zone fuori percorso ma comunque spero di poterli visitare presto per poi offrirvi delle recensioni coi fiocchi.  Ovviamente NON vi mostrerò le immagini di quello dove soggiornerò io perché per quelle dovrete aspettare il mio ritorno e la recensione che pubblicherò nella mia rubrica hotel di charme.
Ricordo che le tutte le immagini che vedrete sono prese dai siti web ufficiali delle strutture stesse e quindi di loro proprietà.
In provenza………..Mas du Naoc……..

mas-du-naoc provenza

le mas du naoc provenza2

SONY DSC

le mas du naoc provenza 1

….. nel Luberon Le Mas de Cink……..

le mas de cink luberon

le mas de cink luberon 2

le mas de cink luberon 1

…… in Auvergne La Chapellenie……..
  
chapellenie-02

la_chappelenie

chapellenie-03

chapellenie auvergne 3

chapellenie auvergne 1

…..nella regione del Poitou-Charentes troviamo Le 392 bis……..

le 392 bis Pointou Charentes 2

le 392 bis Pointou Charentes 1

le 392 bis Pointou Charentes

le 392 bis Pointou Charentes jpg

le 392 bis Pointou Charentes 4

le 392 bis Pointou Charentes 5

……. che ne dite?
Non male soggiornare in posticini del genere eh?

Simona

17 commenti:

  1. Adoro la Francia (tanto da scrivere in italiano e francese nel mio blog) seguirò la tua rubrica con molto piacere. Stupende come sempre le foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, mi fa piacere, a presto Simona

      Elimina
  2. Le 392 bis.... uno spettacolo!!! La mia tavola total white pubblicata nel mio ultimo post calzerebbe a pennello in un ambiente così...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alba....... abbiamo gli stessi gusti, anch'io ho adorato Le 392 bis a prima vista, prima o poi ci devo andare!!!! Ciao Simona (ora vengo a sbirciare il tavolo)

      Elimina
  3. Seguirò la tua rubrica! Interessante e molto bello, come sempre, scoprire e ammirare ciò che condividi con noi :) Ciao!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono contenta, sei sempre molto gentile. Ciao a presto Simona

      Elimina
  4. Ciao sono Imma, complimenti per il tuo lavoro e per la tua rubrica che seguirò da oggi, la Francia è unica, ho iniziato ad amarla di più dopo che è cresciuta mia figlia, il mio blog è impostato sulle mie creazioni se ti va sei invitata a passare, ciao a presto, Imma...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Imma, benvenuta sul mio blog, io adoro la Francia soprattutto per il suo aspetto "decorativo". Tutto lì è sempre ben curato!!!! Passerò sicuramente da te. A presto Simona

      Elimina
  5. J'adore!! Possiamo scambiarci indirizzi , noi andiamo tutti gli anni! Siamo apoena tornati da Chevalblanc mas pomona.... Lo conosci?? E altri ancora , buona vacanza a presto! Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, volentieri per lo scambio di indirizzi, Chevalblanc non lo conosco, io ne visiterò uno in Borgogna fra poco. Al mio rientro, tutte le dritte. Grazie, ciao Simona

      Elimina
  6. Cara Simo complimenti per il post e per le maison d’hotes che hai citato io sono stata alle hLe mas de cink" un posto veramente incantevole... anchio adoro le Francia e le sue maisno d’Hotes!!!

    Ti auguro buon viaggio sicuramente sarà una ricarica per lo spirito e gli occhi :-)))
    Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero Claudia sei stata a Le Mas de cink?? Non vedo l'ora di poterci andare anch'io, quest'anno era troppo fuori zona dovendo andare a Parigi!! Grazie per gli auguri di viaggio spero di tornare con un bel "bottino" di fotografie da condividere con voi!! Ciao Simona

      Elimina
  7. Meraviglia... cura dei dettagli, colori in armonia e luce perfetta. Manca solo di andarlo a visitare!
    Felice di averti trovata.
    Ciao Simona!
    Mug

    RispondiElimina
  8. Ciao Mug (o preferisci Barbara?!), benvenuta. Se ti piace quello che hai visto in questo post sulle maison d'hotes francesi, seguimi nei prossimi giorni, è in arrivo un post dedicato ad una maison in cui ho pernottato durante le mie vacanze settimana scorsa. Ciao, buona giornata, Simona

    RispondiElimina
  9. ciao che belli questi posti. noi andiamo sempre nelle chambre d'hotes durante i nostri viaggi in francia (specie nelle tappe di avvicinamento, altrimenti affitiamo case) e sono sempre posti bellissimi! beh magari un po' meno lussuosi di questi, visto che viaggiamo in 4 e il budget è sempre al limite, però anche quelle più semplici sono sempre molto curate e molto accoglienti. la cosa che mi piace di più è chiaccherare con i proprietari (che non mi fanno mai "pesare" il mio francese basico) e con gli altri ospiti (il delirio è quando prenotiamo anche la table d'hote e si innestano lunghe conversazioni che mi lasciano distrutta!!!). appena tornata dalla Francia anche io....ci tornerei subito!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Clara, ahahaha, mi viene da ridere leggendo il tuo commento perchè nella maison d'hotes dove ho pernottato settimana scorsa ho cenato di sera alla table d'hotes insieme ad una famiglia della regione parisienne ed ad una coppia belga di Anversa....... non ti dico cosa ne è uscito. Ho dato libero sfogo a tutti i vocaboli francesi, inglesi e spagnoli che conoscevo, conditi con un po' di sano italiano....... a fine serata ero esausta..... ma felice!!! Seguimi nei prossimi giorni, farò un post dedicato a quel soggiorno. A presto Simona

      Elimina
  10. A Villa Manu' sulla costa azzurra Les Issambres Ho scoperto il vero significato di " Maison d’hotes " e non saprei descrivere meglio di te quanto sian tutto vero. Accoglienza, amicizia e una gradevole ospitalità, senza tralasciare la cucina che direi eccezionale.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...