4.11.19

Pitture decorative: lo smalto all’acqua, un fedele alleato.


imbianchini


Photo via L’universe du Peintre


Pareti, mobili ed oggetti si trasformano con l’ausilio dello smalto all’acqua che ci aiuta a trasformare la nostra casa giocando con il colore.


Lo smalto all’acqua o smalto ad acqua è una vernice che si stende con estrema facilità. La sua caratteristica è  di poter essere diluito in acqua, senza l’aggiunta di altri solventi. Copre perfettamente le  superfici in modo omogeneo e  può essere utilizzato su qualsiasi tipo di supporto: intonaco, legno, metallo, pvc. È quindi il prodotto ideale sia per le pareti degli ambienti di casa ma anche per dipingere caloriferi, serramenti, porte, infissi, mobili e complementi d’arredo.
La verniciatura con smalti ad acqua è molto resistente  quindi risulta particolarmente adatta a ricoprire serramenti e persiane in legno e altri elementi esposti regolarmente agli agenti atmosferici, purché si scelga il prodotto giusto. In commercio esiste infatti un’ampia gamma di smalti all’acqua che vanno scelti a  seconda dell’uso specifico. Molto utili quelli per gli elementi riscaldanti come caloriferi in ghisaferro e alluminio, caratterizzati da una pellicola molto elastica e resistente alle alte temperature. Prima di stendere lo smalto è bene informarsi se sia necessario applicare un primer di base  sul supporto, soprattutto se liscio, e nel caso si vogliano dipingere parti in metallo esposte agli agenti atmosferici, come ad esempio le ringhiere, è bene applicare anche un antiruggine prima di stendere lo smalto.
imbianchini

Photo via Casa e Giardino



Non sono necessarie abilità particolari per applicare lo smalto all’acqua ma si deve fare molta attenzione alla preparazione del supporto da verniciare e alla diluizione del prodotto. Lo smalto infatti prima del suo utilizzo va diluito in acqua, secondo le percentuali riportate sulla confezione, e poi mescolato molto bene più volte. Particolare attenzione va posta se si intendono verniciare a smalto le pareti di ambienti umidi come il bagno; per questo motivo io consiglio sempre di rivolgersi ad un imbianchino che conosca il prodotto e sappia adottare tutte le precauzioni necessarie.  Se proprio volete cimentarvi con il fai da te, potete sempre provare a dipingere piccoli oggetti e complementi. Quando cercate il professionista assicuratevi che conosca lo smalto e che utilizzi prodotti di buon livello; se volete farvi un’idea dei costi potete consultare le tabelle che riportano le tariffe indicative di un imbianchino in modo da capire se il preventivo che vi viene proposto è in linea con i prezzi di mercato.
Lo smalto all’acqua ha molti vantaggi: in primo luogo  essendo una vernice all’acqua è priva di solventenon emana cattivo odore e non esala sostanze nocive; proprio per questo può essere adoperata anche in ambienti chiusi,  scarsamente areati e abitati da bambini. I colori non si alterano, il bianco non ingiallisce mai e non perde brillantezza. Anche i pennelli adoperati per stendere gli smalti all’acqua possono essere facilmente puliti e lavati nel lavabo di casa infatti, a differenza delle vernici oleosintetiche, che non possono essere smaltite come comuni rifiuti, queste vernici non inquinano.
imbianchini
Photo via Bricoportale

Lo smalto ad acqua è particolarmente consigliato in ambienti sanitari (ospedali, studi medici, laboratori di analisi), cucine di casa, cucine di ristoranti, mense, scuole, insomma in tutti quegli ambienti che necessitano di un’elevata igiene, perchè grazie alla sua lavabilità permette di essere igienizzato continuamente. È invece sconsigliato quando ci si trova in presenza di umidità o risalita di umidità,  perché si potrebbe sfogliare.
Io sono una sostenitrice dello smalto, ed in casa mia l’ho utilizzato parecchio.
In camera dei ragazzi le pareti sono trattate con smalto ad acqua perché posso lavare le loro “manate”, idem dicasi per il corridoio dove  si appendono i cappotti degli ospiti i quali potrebbero rigare una normale pittura.
L’ho inoltre utilizzato in cucina, anche sulla parete retro top della cucina a gas, resiste bene agli schizzi di unto (ma non devono essere lasciati per troppo tempo altrimenti vengono assorbiti). Ho applicato lo smalto ad acqua anche sulle pareti del bagno, al posto delle piastrelle, anche se mi era stato sconsigliato. Ho adottato questa soluzione 15 anni fa e vi giuro che tutti mi prendevano per pazza. Tutto sommato lo rifarei perché ha retto bene ma consiglio di fare molta attenzione al prodotto che andrete ad utilizzare. La prima stesura, fatta  15 anni fa, ha avuto una resistenza nettamente maggiore rispetto a quella di due anni fa in cui ho applicato un prodotto di marchio differente,  che mostra già alcune imperfezioni.
Ho inoltre utilizzato lo smalto per verniciare i battiscopa; ho scelto lo stesso codice colore della pittura della parete è l’effetto è magnifico.
imbianchini
Photo via Sofa King

Ultimo consiglio ma non per questo meno importante: lo smalto all’acqua raggiunge la sua completa asciugatura quando le particelle d’acqua contenute nel prodotto sono completamente evaporate. Sappiate quindi che se verniciate le pareti di casa in estate la loro asciugatura sarà più rapida rispetto ad una stagione umida come l’autunno in cui sarà necessario arieggiare bene l’ambiente per favorire l’asciugatura.
Simona

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...